Monopattini elettrici bonus 500 euro e il Club del Monopattino

In molte città d’Europa e del mondo il monopattino elettrico è già una realtà alternativa al mezzo privato o pubblico.

Sono tante le aziende che hanno investito sui sistemi in sharing che hanno conquistato i cittadini. A Madrid, Lisbona, Berlino è possibile scaricare una o più app sul proprio cellulare e noleggiare un monopattino come oggi già avviene per le auto o gli scooter anche in numerose città italiane.

Ai tempi della quarantena per Coronavirus è stato impossibile non apprezzare città più silenziose, meno inquinate e a misura d’uomo. Molti si sono domandati perché non approfittare di questo momento di “pausa forzata” per riprogettare la mobilità nelle città.

A Milano e Roma sono stati avviati programmi per ridisegnare nuovi spazi per le bici e per la mobilità alternativa per alleggerire il flusso sui mezzi pubblici che nella fase di ripartenza non potranno soddisfare la domanda di mobilità per le misure di distanziamento fisico necessario.
Monopattini e bici sono stati individuati come veicoli da privilegiare per spostamenti medi / brevi al fine di decongestionare il traffico.

In attesa dell’avvio di servizi di sharing anche in Italia in tanti hanno iniziato ad informarsi sull’acquisto di un monopattino elettrico grazie anche alla disponibilità del mercato, oggi infatti è possibile acquistare questi prodotto facilmente on line ma anche nelle grandi catene di elettrodomestici al pari di un frigorifero o di una lavatrice.

Di particolare interesse per la comunità degli aspiranti possessori di monopattini elettrici è il bonus in discussione in queste ore al Governo che si sta muovendo in questa direzione. Il contributo potrà raggiungere sino ad un massimo di 500 euro e arriverà come rimborso dopo l’acquisto. Per il calcolo non saranno prese in considerazione le soglie di reddito.

Dalle prime informazioni diffuse il bonus:

– si potrà chiedere nei comuni con più di 50.000 abitanti

– sarà pari al 70% della spesa d’acquisto

– potrà essere utilizzato per l’acquisto di biciclette tradizionali ed elettriche, monopattini, hoverboard, segway e monowheel

Tanto è l’interesse su queste tematiche che su Facebook è nato un gruppo “Club Italiano del Monopattino Elettrico” (https://web.facebook.com/groups/286938265272169/) che conta circa 6500 iscritti da tutta Italia! 
Abbiamo raggiunto i promotori dell’iniziativa.

1) Come è nata l’idea di realizzare questo gruppo?
Il  Gruppo Facebook Club Italiano Monopattino Elettrico (https://web.facebook.com/groups/286938265272169/)  è nato da una passione verso questo mezzo ecologico, nata dagli amministratori nel 2018. In particolare si notava l’esigenza di condividere informazioni, tecnicisimi e la passione stessa con altri “monopattinisti” ed non essendoci un anno e mezzo fa gruppi su Facebook abbiamo pensato di crearlo noi proprio per riunire tutti gli appassionati dedicando un canale utile e condiviso dallo stesso tema.

2) Qual è lo scopo del gruppo?
Il gruppo ha lo scopo di unire tutti i “monopattinisti” italiani (anche quelli residenti all’estero) che hanno il desiderio di condividere una propria esperienza, una informazione utile , un percorso cicloturistico. Sul Club inoltre vengono quotidianamente “postate” rubriche fisse, interviste, foto e anche le puntate delle nostra Radio Cime, la prima e unica Radio dedicata al monopattino elettrico dove diamo spazio a ospiti di questa realtà ma anche spazio ai membri stessi nelle dirette live (https://www.clubitalianomonopattinoelettrico.it/radio-cime/).

3) Come vi siete fatti conoscere dal grande pubblico per raggiungere quasi 6500 persone?
In realtà la nostra crescita è stata direttamente proporzionale all’interesse verso il monopattino elettrico in questo ultimo anno e mezzo. Essendo un fenomeno nuovo e interessante siamo stati contattati da molte Radio italiane per interviste, da testate giornalistiche, ma sicuramente essendo Il primo gruppo italiano su questo tema , quando i “monopattinisti” cercano informazioni sul monopattino elettrico veniamo evidenziati dai principali canali social.

4) Quali sono le domande più frequenti che ricevete?
Chi si iscrive al nostro gruppo chiede spesso quale è il monopattino elettrico adatto alla propria esigenze, ma molto spazio lo hanno anche le domande relative alle leggi in vigore e sulle problematiche tecniche ma riguardo a queste ultime consigliamo sempre  di iscriversi al canale telegram del Club Italiano Monopattino Elettrico più consono a questo tipo di domande.


5) Avete iniziato un dialogo con le istituzioni per raccogliere e presentare le istanze dei vostri iscritti?
Durante la Sperimentazione di Micromobilità Elettrica dell’ ex ministro Toninelli, il Club ha spinto tanto per convincere i comuni d’Italia ad aderire all’iniziativa e molti hanno ascoltato le nostre proposte e alcuni hanno aderito anche grazie alla nostra voce. Il Club è sempre un contenitore dove si percepisce cosa desiderano in nostri membri e quali sono le esigenze e sicuramente viene considerato anche nella valutazione di iniziative a favore della micromobilità.


6) Cosa vi aspettate dal governo in questa fase?
Prima di tutto  ci aspettiamo, come sta accadendo, un’intensificazione dell’uso del monopattino proprio per privilegiarne l’uso e a tal proposito abbiamo creato un volantino dedicato per sensibilizzare l’uso di questo mezzo a favore di spostamenti individuali. 

In secondo luogo stiamo attendendo maggiori informazioni sul Bonus incentivi che la Ministra De Micheli ha anticipato recentemente. E con orgoglio possiamo affermare che il monopattino sarà uno dei protagonisti di questa Fase e speriamo anche oltre.

7) Progetti a breve termine?
Il Club si sta strutturando per essere ancora più coinvolgente. Stiamo organizzando lo sviluppo di altri canali interessanti e utili ai “monopattinisti”. La nostra Radio Cime darà spazio a nuove rubriche mentre il canale Telegram (https://t.me/clubitalianomonopattinoelettrico) sarà più allineato a tematiche dedicate a risoluzioni da condividere, e il canale youtube si avvalorà di membri esperti che potranno postare video tutorial da cui attingere per conoscere ancora meglio questo mezzo. Dopo il raduno di settembre 2019 speriamo il prima possibile di poterci ritrovare ancora tra noi per condividere “dal vivo” la nostra passione.
Ricordiamo il nostro sito https://www.cime.it/ dove poter trovare tutte le informazioni sul nostro gruppo!

Author: Redazione

Share This Post On


E-mail: redazione(at)bizdigital.it