Smart Money: la nuova misura che premia l’innovazione

Smart Money: la nuova misura che premia l’innovazione

Smart Money, la nuova misura Invitalia per le Startup innovative: voucher fino a 10.000 euro per servizi di incubazione e accelerazione e 30.000 euro a fondo perduto per la fase di pre-Seed

Voucher fino a 10.000 euro per servizi di incubazione e accelerazione; più contributo a fondo perduto fino a 30.000 euro a condizione che un “investitore qualificato” entri nel capitale della startup con un importo equivalente. Sono i nuovi incentivi previsti dalla misura Smart Money destinati alle startup innovative annunciate da Invitalia.

Smart Money, è la nuova misura di Invitalia che per essere operativa attende solo l’imminente firma del decreto del Mise. La misura è stata istituita dall’art. 38 del D.L. 19/5/2020 convertito nella Legge n. 77 del 17/7/2020. La Misura ha una dotazione di 10 milioni ed ha l’obiettivo di facilitare l’incontro tra start up innovative ed il sistema degli incubatori; acceleratori; università.

Smart Money prevede voucher fino a 10.000 euro per servizi di incubazione e accelerazione ed un contributo a fondo perduto fino a 30.000 euro per la fase di pre-Seed a condizione che un “investitore qualificato” entri nel capitale della startup con un importo equivalente.

Gli investitori qualificati sono soggetti tenuti ad essere autorizzati o regolamentati per operare nei mercati finanziari, italiani o esteri. Ne sono un valido esempio:

  • banche; imprese di investimento; altri istituti finanziari autorizzati o regolamentati; assicurazioni; organismi di investimento collettivo e loro società di gestione;
  • altri investitori istituzionali, come gli incubatori e acceleratori certificati;
  • imprese grandi (con almeno due requisiti, tra totale di bilancio a 20 milioni, fatturato netto e 40 milioni, fondi propri a 2 milioni);
  • investitori istituzionali con attività principale in strumenti finanziari.

Per saperne di più visitare questo link

Foto di StartupStockPhotos liberamente tratta da Pixabay

Michele Mattei

Nato a Tivoli nel 1994, dopo il diploma di maturità scientifica si è laureato in Comunicazione Pubblica e d’Impresa e in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso la facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell’Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Appassionato di storia e aspirante giornalista, attualmente lavora presso un'importante multinazionale di sicurezza.